Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 10 Feb 2019 in Carcere, Giustizia, Primo piano | 0 comments

Carcere e giustizia, ripartire dalla Costituzione

Carcere e giustizia, ripartire dalla Costituzione

Questo post è stato letto 180 volte

Convegno “Carcere e giustizia, ripartire dalla Costituzione. Rileggendo Alessandro Margara “, registrato a Firenze. L’evento è stato organizzato da Fondazione Centro per la Riforma dello Stato – Archivio Pietro Ingrao e Fondazione Giovanni Michelucci e Garante delle Persone Sottoposte a Misure Restrittive della Libertà Personale della Regione Toscana e La Società della Ragione e Regione Toscana. Promosso nei giorni 8 e 9 febbraio 2019 con l’adesione di Altro Diritto, Antigone, Associazione Volontariato Penitenziario, Centro Sociale Evangelico, CNCA (Coordinamento Nazionale Comunita’ Di Accoglienza), Forum Droghe e Pantagruel.

Sono intervenuti
Prima giornata: Franco Corleone (garante dei diritti delle persone private della libertà personale della Regione Toscana), Antonietta Fiorillo (presidente del Coordinamento Nazionale dei Magistrati di Sorveglianza), Beniamino Deidda (magistrato), Patrizia Meringolo (professoressa), Giancarlo Paba (presidente della Fondazione Giovanni Michelucci), Katia Poneti (funzionario dell’Ufficio del Garante dei detenuti della Regione Toscana), Evelin Tavormina (membro dell’Associazione Volontariato Penitenziario Onlus), Matteo Pecorini (attore), Michele Passione (componente del Direttivo della Camera Penale di Firenze), Emilio Santoro (professore), Luca Maggiora (avvocato e referente dell’Osservatorio Carcere della Camera Penale di Firenze), Antonio Fullone (provveditore regionale dell’Amministrazione Penitenziaria della Toscana e dell’Umbria), Corrado Marcetti (direttore della Fondazione Giovanni Michelucci), Grazia Zuffa (membro del Comitato Nazionale di Bioetica), Maria Stagnitta (presidente del Forum Droghe), Serena Franchi (sociologa), Sofia Ciuffoletti (direttrice de L’Altro Diritto), Susanna Rollino (funzionario dell’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Firenze), Antonio Pappalardo (dirigente del Centro di Giustizia Minorile di Firenze), Saverio Migliori (coordinatore della Segreteria Regionale del Polo Universitario Penitenziario della Toscana), Franco Maisto (magistrato).
Seconda giornata: Franco Corleone (garante dei diritti delle persone private della libertà personale della Regione Toscana), Laura Zanacchi (giornalista), Stefano Anastasia (garante dei Diritti delle persone private della libertà personale delle Regioni Lazio ed Umbria), Carlo Renoldi (consigliere presso la Corte Suprema di Cassazione), Giovanni Salvi (procuratore generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma), Tamar Pitch (professoressa), Andrea Pugiotto (professore), Lucia Castellano (dirigente generale per l’Esecuzione Penale Esterna della Giustizia Minorile e di Comunità), Luigi Ferrajoli (professore), Maria Luisa Boccia (presidente del Centro di Studi e Iniziative per la Riforma dello Stato), Riccardo De Vito (magistrato), Letizia Sommani (rappresentante della Chiesa Valdese), Luca Zevi (vice presidente dell’Istituto Nazionale di Architettura), Gustavo Leone (avvocato e coordinatore dell’Osservatorio sul 41 bis dell’Associazione Liberarsi Onlus), Eros Cruccolini (garante delle persone private della libertà personale del Comune di Firenze), Franco Maisto (magistrato), Emilio Santoro (professore), Marcello Bortolato (presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze), Giovanni Fiandaca (professore), Gian Domenico Caiazza (presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane), Giuseppe Cascini (consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura), Patrizio Gonnella (presidente di Antigone), Mauro Palma (garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà).

Questo post è stato letto 180 volte

468 ad

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.