Home DibattitiFemminicidio Femminicidio, alle origini del male sociale

Femminicidio, alle origini del male sociale

“Mi rivolgo soprattutto agli uomini”, ha detto Gino Cecchettin al funerale di Giulia, scegliendo di dare un senso alla tragedia della figlia, trasformandola in una spinta al cambiamento. La “mostrificazione” del femminicida è l’alibi per sottrarsi alla responsabilità collettiva. Grazia Zuffa, presidente de la Società della Ragione, scrive per l'Unità del 9 dicembre sul femminicidio e sulle parole del padre di Giulia Cecchettin.

da Redazione
355 viste